Benvenuti nel portale Associazione Sangro Aventino
0872-660320
  • Home
  • Vegetazione e flora

Vegetazione e flora

L’area del SIC/ZSC è occupata prevalentemente da porzioni forestali ascrivibili a boschi sempreverdi nella fascia pedemontana a nord, da boschi termofili a roverella e cerro nella porzione più orientale a quote inferiori agli 8/900 m s.l.m. e da un bosco misto a cerro, faggio e tiglio nella porzione più meridionale a quote superiori ai 900 metri s.l.m. Inoltre è presente una vasta porzione a prateria “primaria”, in prossimità dell’area archeologica delle “Mura Megalitiche di Monte Pallano”.

La lecceta presente risulta essere tra le più interne del chietino e anche tra quelle meglio strutturate. È definibile come lecceta pura, anche se soggetta a taglio regolare degli alberi, e si è mantenuta in buono stato di conservazione. Oltre al leccio sono presenti altre specie termofile interessanti e poco comuni nel resto della regione, quali l’Albero di Giuda (Cercis siliquastrum) e il Corbezzolo (Arbutus unedo).

Notevole importanza riveste la presenza del raro giaggiolo meridionale (Iris lorea), pianta nota per l'Italia meridionale, e per la quale l'Abruzzo rappresenta il limite settentrionale di distribuzione.

Altro ambiente straordinariamente importante per la presenza di specie rare sono i calanchi, proprio questi di Atessa sono i più interessanti. Oltre agli arbusti tipici come la tamerice africana (Tamarix africana), la ginestra comune (Spartium junceum) e la canna del Reno o di Plinio (Arundo pliniana), tra le specie erbacee troviamo la sulla (Hedysarum coronarium), lo zafferanello ramoso (Romulea ramiflora subsp. ramiflora), l’Anemone hortensis, mentre le specie più rare e tipiche sono la broteroa (Cardopatum corymbosum), il cardo corimboso (Carduus corymbosus), il carciofo selvatico (Cynara cardunculus subsp. cardunculus), il bupleuro grappoloso (Bupleurum tenuissimum), l'assenzio litorale (Artemisia caerulescens), l'atriplice comune (Atriplex prostrata) e l'atriplice degli orti (Atriplex hortensis), la bietola marina (Beta vulgaris subsp. maritima), il cupidone giallo (Catananche lutea).

Amministrazione trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo pretorio online

Nata nel 1998, l’Associazione tra Enti Locali del Sangro Aventino è costituita da 63 comuni situati nella Provincia di Chieti e L’Aquila. Avente come capofila il Comune di Atessa, essa nasce per l’esercizio associato di funzioni e servizi comunali ed è regolata mediante una convenzione fra gli Enti associati.
CONTACT INFO

ASSOCIAZIONE TRA ENTI LOCALI SANGRO AVENTINO

Via Nazionale, SNC - 66030 Santa Maria Imbaro (CH)
C.F.: 01846480695

Email: associazione@sangroaventino.eu
PEC: suap@gigapec.it - suapediliziasangro@pec.it
Tel. 0872 - 660320

Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo
© 2018 Associazione Sangro Aventino - Ente Capofila: COMUNE DI ATESSA - C.F. 01846480695 - AREA RISERVATA